Italian Banks and NPL Market – Newsletter 2020-06-12

To see the updates in English check my English Blog

Sei una #startup innovativa operante nel #realestate💡
La tua #startup propone un servizio #innovativo che si applica al #mercatoimmobiliare o al mercato #nplsecured?🏘

fatti avanti nella

Call for Startup nel Real Estate e NPL Secured

Approfondimento sulla moratoria dei debiti bancari (con L. Cacciapaglia)

I primi video di approfondimento della Credit Village Italian Digital Week

Lelio Cacciapaglia, Direttore Tributario MEF (guarda il video)

Francesco Lombardo, partner di Freshfields su real estate (guarda il video)

Francesco Lombardo, partner di Freshfields su distressed lending (guarda il video)

Alberto Viano, amministratore delegato di Leaseplan Italia (guarda il video)

La Cultura del Torcicollo dal post di Econopoly24

Most of these updates are published in the Linkedin Group – Entering Italian NPL Market.

Are you interested in Italian banks and NPL/UTP market?Ask for a briefing  (in person or via conference call) by sending me a private message.

If you like my updates you can buy me a coffee using the button below with a small mug and subscribe my newsletter.

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Donations will be used to pay subscripion for large newspapers and purchase material used to prooduce blogpost, video and podcast.

#LaFinanzaInSoldoni è anche un Podcast

La storia e le storie di tutti miliardi bruciati per tenere in vita Alitalia contro ogni logica e buonsenso dovrebbero essere ormai note anche i sassi della strada.  Cos’altro aggiungere a una storia che hai toni di una farsa e i costi di una tragedia?

=> Le meraviglie dello stato aviatore

Un aneddoto emerso durante una conversazione con il professor Pietro Ichino di qualche tempo fa ci fornisce una interessante chiave di lettura per comprendere l’evoluzione recente dalla società e dell’economia italiana e le sue prospettive per il futuro.

Si tratta di un meccanismo culturale molto importante, che ha avuto un ruolo cruciale nel declino degli ultimi decenni e dalla cui rimozione dipendono le possibilità di riscatto per il nostro paese nei prossimi anni. => La cultura del Torcicollo

l canale Youtube di Liberi Oltre le Illusioni ha raggiunto 30mila iscritti.

Non saranno i milioni che porti a casa pettinando le bambole o le centinaia di migliaia che ottieni spacciando bufale.

Però ci sono tante persone che hanno imparato cose nuove, si sono chiarite le idee su cose vecchie e hanno iniziato a farsi venire più di qualche dubbio su quel che capita in Italia e su come viene raccontato sui media generalisti.

=> 30mila volte grazie

Il progetto per lo scorporo da Mps di una “bad bank”, ramo dell’azienda con in carico i crediti deteriorati e gli attivi non core, ha superato un passaggio importante incassando l’approvazione informale da parte della Commissione Europea. In un commento pubblicato su Milano Finanza, gli analisti di Mediobanca Securities hanno rilevato che questa notizia si presta a una duplice lettura. Da un lato costituisce un passo avanti verso il risanamento della banca e la concreta possibilità che il tesoro possa riuscire a cederla a terzi come da piano industriale. =>Bad bank Mps: timori di una crescita eccessiva degli Npl

Dall’importo dei trasferimenti netti alle condizioni per riceverli => 5 elementi da valutare per capire il Recovery Fund: eurobond per 750 miliardi di euro

La discussione, o per meglio dire, l’assenza di discussione sulla chiusura delle scuole ci dice molte cose sulla cultura del nostro paese e sulle cause del suo declino economico e sociale. Non mi riferisco agli argomenti del tipo “se aprono i parrucchieri, perché non aprire le scuole?”, che pur sollevando interrogativi ragionevoli hanno il difetto di semplificare in modo eccessivo una tematica complessa. Mi riferisco a una banale analisi costi benefici di cui non si vede traccia in giro neanche a livello generico o approssimativo, dato che quantificare in modo rigoroso è roba da secchioni. => Chissenefrega delle scuole chiuse?

Passeggiando per l’Italia post lockdown, ascoltando con attenzione, si può sentire un fruscio particolare: è il rumore delle mani che si fregano perché sembra che dall’Europa sia in arrivo un pacco di soldiPrima osservazione sconveniente: quello che conta non è tanto (e comunque non solo) quanti soldi hai a disposizione, ma come li spendi. => Recovery Fund: Non solo le dimensioni contano

La parola patrimoniale (intesa come imposta che grava sul patrimonio) evoca nel nostro paese sentimenti contrastanti e dispute ataviche degne di uno scontro tra Guelfi e Ghibellini, di un film con Don Camillo e Peppone o di un derby di calcio scelto a piacere. I sentimenti sono spesso legati al ricordo di una misura di questo genere introdotta dal Governo Amato nel 1992 che ebbe la peculiarità di colpire anche le giacenze di conto corrente e i depositi bancari. => Chi ha paura della patrimoniale?

Leggi la mia proposta per un Meccanismo unico di sostegno all’economia

La Commissione europea ha deciso di “rilanciare” sulla proposta di Recovery Fund avanzata solo pochi giorni fa da Emmanuel Macron e Angela Merkel. Il piano franco-tedesco prevedeva l’emissione di titoli di debito comune, garantiti dal bilancio dell’Unione europea per 500 miliardi di euro, e di veicolare le risorse verso i paesi in difficoltà sotto forma di trasferimenti e non di prestiti come fino ad oggi preferito dai sostenitori dell’approccio “frugale”.=> Recovery Fund: la Commissione europea punta a 750 miliardi di euro

Nella pillola numero video 18 sul mio canale YouTube avevo parlato dell’immaginario “derby” tra il MES e gli Eurobond e di come questa narrazione giornalistica fosse infondata. Un passaggio molto importante sulla direzione di un accordo definitivo è costituita dal progetto presentato in una videoconferenza congiunta da Emanuel Macron e  Angela Merkel. La nuova proposta franco-tedesca prevede l’emissione di titoli di debito per 500 miliardi di euro l’allocazione mediante trasferimenti a fondo perduto in base alle necessità dei singoli paesi. => Un passo importante verso gli Eurobond?

Dal passo biblico sulla manna dal cielo ai bond perpetui a tasso zero del viceministro Castelli, passando per la pietra filosofale e la fonte dell’eterna giovinezza, la possibilità di vincere la scarsità delle risorse in natura ha da sempre affascinato gli uomini. Non è un caso che l’economia, che studia come gestire al meglio queste risorse, sia anche nota come “scienza triste” e che, periodicamente, venga additata come capro espiatorio per tutti i mali del mondo. => Perché (non) si può stampare moneta all’infinito e altre bugie

Colloquio con Pietro Ichino

Tutti i video e i podcast si trovano sul mio canale Youtube grazie anticipate a chi vorrà iscriversi.

Se vi piacciono questi post potete  offrirmi un caffè cliccando sulla tazzina con il cuore in basso oppure abbonarvi al  mio Account Patreon (da 2€ al mese).

I fondi saranno utilizzati per pagare abbonamenti a stampa italiana e straniera necessari per l’attività di debunking, traduzione e commento.

Buy Me a Coffee at ko-fi.com

Cronache dal Villaggio Globale  E’ la rubrica che curo sul canale Youtube Liberi Oltre Le illusioni  

@massimofamularo

Linkedin

Parole Povere

GLG – Gerson Lehrman Group – Council Member

Pubblicato da Massimo Famularo

Investment Manager and Blogger Focus on Distressed Assets and Non Performing Loans Interested in Politics, Economics,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: