Silvio Borgia

Su suggerimento di un amico ho guardato qualche puntata della serie i Borgia. Chiudendo un occhio su un bel po’ di inesattezze storiche ho notato alcune cosette. C’è un signore anziano a cui piacciono molto le donne e il potere, che per tutta la vita se ne infischia della decenza, delle regole ufficiali oltre che ovviamente delleContinua a leggere “Silvio Borgia”

Prendiamo nota dei nomi

Incollo un testo interessante ricevuto via email: Il giorno 21 settembre 2011 il Deputato Antonio Borghesi dell’Italia dei Valori ha proposto l’abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5 anni di legislatura in quanto affermava cha tale trattamento risultava iniquo rispetto a quello previsto dai lavoratori che devono versare 40 anni di contributiContinua a leggere “Prendiamo nota dei nomi”

Poche idee, ma confuse

Premessa Dio ci salvi dalla censura, soprattutto in un paese come l’italia dove la libertà d’informazione è quella che è. Il Fatto quotidiano è l’unico giornale nel nostro paese  che non percepisce contributi e si regge solo sulle copie vendute ai propri lettori e sulla pubblicità. Con opera meritoria il giornale lascia ampia libertà aiContinua a leggere “Poche idee, ma confuse”

L’allenatore nel pallone

Come reagiremmo se facessero alla nostra squadra del cuore quello che il governo italiano sta facendo al paese? Da questo spunto propongo alcune riflessioni  su nfA Ve lo ricordate Marcello Lippi? Quello  dei mondiali del 2010? Quello che un paese intero avrebbe voluto crocifiggere? Scommetto che ce lo ricordiamo tutti. Bene adesso guardate al governoContinua a leggere “L’allenatore nel pallone”

E se abbassassimo le tasse?

Nell’ignobile cagnara di manovre e contro manovre l’unico elemento che tutti sembrano dare per assodato è la necessità di un cospicuo aumento delle tasse. In questo breve post su noisefromAmerika provo a sostenere che forse (almeno alcune) andrebbero invece ridotte. Prendete un cittadino di cultura media, che si documenta leggendo i giornali e guardando la televisione: cheContinua a leggere “E se abbassassimo le tasse?”

Di tutta l’erba un fascio

Non dico provare a comprendere, ma anche leggere velocemente quello che gli altri scrivono deve essere davvero una fatica improba. Molto meglio raggrupparli in base ai propri pregiudizi e sparare sentenze prive di qualsiasi argomentazione a sostegno. Questo è quello che Francesco Sylos Labini preferisce fare in questo post del suo Blog sul Fatto Quotidiano. Basta leggereContinua a leggere “Di tutta l’erba un fascio”

In difesa (?) dei piccoli librai

Dalle pagine del Fatto Quotidiano Silvia Truzzi ci spiega che la legge che disciplina il prezzo dei libri tutela le librerie indipendenti. Dal 2008 le botteghe librarie hanno perso il 4% all’anno di quota di mercato (oggi sono un terzo del mercato). Ed è più che un peccato perché tra il libraio e il ragazzinoContinua a leggere “In difesa (?) dei piccoli librai”

Botta e Risposta

Avevo sollevato dei rilievi ad un editoriale di Furio Colombo con questo post. L’autore ha fornito una replica.  Insieme ad Alberto Bisin ho proposto una Controreplica. Osservazioni generali La replica di Furio Colombo è utile ed interessante perché illustra con chiarezza il quadro teorico (il “modello”) di riferimento che sottende alla sua analisi della crisi, italiana eContinua a leggere “Botta e Risposta”

Una modesta proposta

In calce a questo interessante articolo su nfA una mia modesta proposta. Sintesi: Far pagare quello che oggi lo stato spende per l’università e la scuola media superiore agli utilizzatori finali del servizio pubblico, avendo cura di aiutare chi non può sostenere da solo i costi dell’istruzione con finanziamenti privati garantiti dallo stato. Dettagli: Università eContinua a leggere “Una modesta proposta”

Burocrazia ed Ecofanatismo irresponsabile

Su Linkiesta, Luca Faenzi ha preso le difese del Presidente dalle Provincia di Torino, Antonio Saitta, reo di non aver concesso terreni agricoli alla multinazionale svedese per uno dei suoi megastore blu elettrico da centottantamila metri quadri. Facendo sfumare un investimento da 70 milioni di euro e 250 posti di lavoro. In difesa del coraggioso provvedimento ilContinua a leggere “Burocrazia ed Ecofanatismo irresponsabile”