Edufin: quanto costa riscattare gli anni dell’università?

Nell’episodio di questa settimana della rubrica Edufin: Finance for Dummies proviamo fornire qualche elemento utile per valutare a livello individuale la convenienza del riscatto degli anni universitari.

Il #25aprile fate una cosa bella

C’è una cosa bella e buona che tutti potremmo fare il 25 aprile: aprire un libro di storia. Certo non è detto che tutti ne abbiano uno a casa, o che pur possedendone si riesca di avere libri a portata di mano proprio in questa giornata. Si sa che i libri sono elemento d’arredo per intellettuali e sedicenti tali e che nelle case moderne, spesso arredate con uno stile minimal e futuristico, fa spesso più effetto sfoggiare un maxischermo, un sistema Home Theater o un’assistente virtuale che compensi con la sua intelligenza artificiale la nostra ignoranza e stupidità naturale.

Coinbase: quotazione positiva, ma occorre cautela

Il successo della quotazione diretta di Coinbase, ha infiammato gli animi di tutti i sostenitori di Bitcoin, Ethereum e simili. Per evitare di cedere a troppo facili entusiasmi e rimanere coi piedi per terra proviamo a dare uno sguardo ai numeri e ai principali fattori di rischio.

BTP Futura quali novità nella terza emissione?

Per tutti quelli che seguono il progetto divulgativo de La Finanza in Soldoni, il BTP futura in collocamento in questi giorni non è una novità. Le due emissioni precedenti di questo titolo riservato alla clientela privata sono state commentate in dettaglio in video, in podcast e in una sezione apposita del mio libro uscito in dicembre.

Audiolibro #LaFinanzaInSoldoni – 5 La Crescita Economia rende sostenibile il debito

Capitolo 5- Del Libro #LaFinanzaInSoldoni
Con riferimento al debito pubblico, la grandezza da tenere d’occhio è la crescita economica, perché le entrate del governo in genere crescono in misura proporzionale ai redditi delle persone fisiche e agli utili delle imprese. Più un’economia cresce e maggiori (a parità di tutte le altre condizioni) sono le entrate per il governo. Dunque i soggetti che devono decidere se e quanti titoli di debito italiano acquistare osservano la crescita recente e le stime su quella attesa per valutare convenienza e opportunità dell’investimento.