Il mito della prima casa

Caricato di un notevole significato simbolico, al punto da venir presentato all’opinione pubblica alla stregua di un diritto inviolabile, il tema della prima casa e della sua pignorabilità tornano alla ribalta nel sedicente “decreto del Fare” Qualche riflessione sul tema. L’impignorabilità  della prima casa, assieme al reddito di cittadinanza era un cavallo di battaglia dellaContinua a leggere “Il mito della prima casa”

3 buoni motivi per non tassare il contante

Io uso poco i contanti e una imposta che volesse penalizzarne l’utilizzo non mi darebbe granché fastidio. Sono un lavoratore dipendente e non ho simpatia per gli evasori per cui dovrei essere a favore della idea che Milena Gabanelli ripropone dalle pagine del Corriere. C’è tuttavia una maledizione terribile che mi impedisce di farlo: dispongo di unContinua a leggere “3 buoni motivi per non tassare il contante”

Butterfly effect

Guido Rossi, su O’solemio24 ore, (definizione del mio amico EnzoFabio) si aggiudica il primo premio al campionato mondiale del volo pindarico. In preda ad un anelito di moralizzante moralità moralizzatrice riesce ad in colpare i cleptoplutocrati savi di sion che reggono la finanza modiale anche del declino nei diritti umani.Non c’è che dire, oltre alla fantasiaContinua a leggere “Butterfly effect”

Aridaglie con la decrescita

Sembra che Latouche abbia incassato un discreto successo all’ultimo festival dell’economia (mi fido dell’articolo, io non c’ero). Come mai questo signore, che la quasi totalità degli economisti seri si guarda bene dal prendere sul serio, riscuote tanto successo? Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/apologia-di-socrate/il-fascino-della-decrescita#ixzz1wwhS0zvv Nel post di ieri ho scritto che quasi nessun economista degno di questo nome prende in considerazione le tesiContinua a leggere “Aridaglie con la decrescita”

Giuro che non ce l’ho con Report, però…

Giuro che non ce l’ho con Report. Purtroppo ho questo vizio terribile di cercare di capire le cose, di sottolineare quelle che non mi tornano e quelle che credo non stiano in piedi, come nel caso dei contanti. Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/apologia-di-socrate/anche-il-pareggio-di-bilancio-costituzione-e-una-cazzata#ixzz1swhaN5is

Cattive idee

Premessa n.1 non amo particolarmente i contanti anzi ne farei volentieri a meno. Premessa n. 2 sono contrario all’evasione fiscale e a chi la giustifica (ne ho scritto anche qui e qui) Fatte le doverose premesse, posso affermare con tranquillità che tassare i contanti è una cazzata. Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/apologia-di-socrate/tassare-i-contanti-e-una-cazzata#ixzz1sJLRTSor

Ancora confronti tra Fiat e VW?

Sul sito del Fatto Quotidiano leggo un titolo abbastanza emblematico Modello tedesco: guadagnare il doppio Gli operai pagati 2600 euro al mese Segue un articolo che confrontando le buste paga di un lavoratore italiano e uno tedesco, constata la considerevole differenza nel netto (1250 in favore del tedesco)  e nelle stato di salute del welfareContinua a leggere “Ancora confronti tra Fiat e VW?”

Molto rumore per nulla

Se qualcuno avesse proposto di mettere in discussione un istituto importante come il divieto di licenziamento discriminatorio*, saremmo dovuti scendere tutti in piazza per protestare. Tuttavia così non è: il licenziamento discriminatorio era** ed è ancora vietato e non è in discussione nessuna modifica su questo aspetto. Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/blogs/apologia-di-socrate/molto-rumore-nulla#ixzz1pwc1kcsu  

Bella figurao o figura di merda?

Beppe Severgnini ha dato al Financial Times una lettura personale della disavventura del Costa Concordia  (qui un riassunto in italiano). Insieme a Mauro Gilli mi sono permesso di fare una lettura della sua lettura e qualche considerazione addizionale. Bella figura o figura di merda? su noisefromAmerika